Gnuni Sicilia - Abbazia di San Giorgio
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

Si Trova: nel territorio del comune di Gratteri, sulle Madonie
Lat: 37° 57' 10.79640" N - Long: 13° 57' 49.76233" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

I pochi resti di quest'antica abbazia, comprendenti oggi solo la canonica e la chiesa, raccontano della forte devozione che i guerrieri normanni avevano nei confronti di San Giorgio, che credevano schierato al loro fianco in battaglia.

Fu affidata ai monaci premostratensi degli Agostiniani Riformati, probabilmente venuti da una canonica della diocesi di Amiens, in Francia, e rappresenta il loro unico insediamento in Sicilia.

La sua decadenza cominciò ben presto, già nel 1223.

Intorno al 1305 i frati furono espulsi.

Nel 1645 era definitivamente abbandonata, ma nel XIX secolo viene citata la chiesa come ancora aperta al culto ed appartenente all'ordine dei cavalieri di Malta.

Caduta in rovina, fu utilizzata come stalla e fienile.

Attualmente rimane, immerso in un bellissimo bosco di querce secolari, qualche decorazione e le mura esterne della chiesa, con un bel portale e parte dell'abside.

Il convento doveva trovarsi a nord, e a fianco della chiesa doveva anche esserci un chiostro.

Adesso il sito è di proprietà del comune di Gratteri, che lo ha anche recentemente restaurato.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA