Gnuni Sicilia - Avola
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

Si Trova: in provincia di Siracusa
Lat: 36° 54' 37.21643" N - Long: 15° 8' 7.998962" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

L'origine della città pare risalire ad Hybla maggiore.

La zona, abitata precedentemente dai Sicani, fu invasa dai Siculi e divenne teatro di lotte: i Siculi combatterono gli indigeni e si insediarono definitivamente sul territorio.

Successivamente la città subì la colonizzazione Greca con la dominazione del tiranno Dionisio.

Con la dominazione romana tutto il territorio perse il suo antico splendore; venne cancellato persino il ricordo di Hybla major e la zona si tramutò in una landa semideserta.

In epoca araba il territorio si andò progressivamente ripopolando e sotto gli aragonesi si ebbe un certo risveglio demografico ed economico del paese.

Nel 1693 la cittadina fu distrutta da un violento terremoto che costrinse la popolazione superstite a spostarsi nell'ampia costa sottostante, a otto chilometri di distanza, e a rifondare Avola nel luogo dove prima vi era solo un'estesa e deserta pianura affacciata sul mare, così Avola da un paese di montagna si trasformò in una piana cittadina marittima.

La città fu edificata a pianta centrica e secondo una struttura geometrica e razionale che le conferì quel nobile aspetto che ancor oggi la caratterizza.

Il 2 dicembre 1968, a causa di un'ondata di scioperi, organizzati dai lavoratori agricoli di Avola e provincia per l'eliminazione del "caporalato", e l'istituzione della Commissione Sindacale per il Controllo del Collocamento della manodopera, fu attuato dai lavoratori agricoli un blocco stradale che provocò l'intervento delle forze dell'ordine.

La rivolta finì nel sangue in quanto la polizia uccise due persone e ne ferì quarantotto, di cui cinque in modo grave.

I tragici avvenimenti di quei giorni fecero da scintilla ad alcune rivolte studentesche ed operaie sfociate nelle settimane successive su tutto il territorio nazionale, nell'ambito dei movimenti di massa del'68.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA