Gnuni Sicilia - Castello degli Schiavi
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Castello degli Schiavi
  • Castello degli Schiavi
  • Castello degli Schiavi
  • Castello degli Schiavi
  • Castello degli Schiavi
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: lungo la strada che collega Fiumefreddo a Marina di Cottone
Lat: 37° 47' 30.64665" N - Long: 15° 13' 23.45892" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Questa bellissima villa dal fascino misterioso è un vero gioiello del barocco rurale siciliano.

Fu costruita sotto la guida di Giovan Battista Vaccarini, noto architetto che diede l'attuale volto barocco alla città di Catania, tra il 1750 ed il 1756.

Di proprietà della famiglia Platania, si dice che venga chiamata "Castello degli Schiavi" perché è sormontata da una loggia, costruita tra la fine del '700 e gli inizi dell'800, che contiene due statue di turchi "affacciate" verso il mare quasi a chiamare i loro compagni per essere da loro liberati, ma più probabilmente deve il proprio nome all'esistenza di una vicina cava di pietra, per cui il luogo anticamente veniva chiamato "Scavo Crujllas".

All'ingresso si è accolti da un grande portale con un arco di pietra lavica sulla cui chiave di volta figura un mascherone sormontato da una conchiglia tipica del migliore barocco catanese.

Il palazzo è costituito da due piani; nello scantinato è presente una botola dalla quale inizia un passaggio sotterraneo che sembra portasse anticamente alla Torre Rossa di Fiumefreddo.

Al piano superiore, composto da otto stanze, sono conservati molti oggetti pregiati.

Ad ogni angolo di questo piano vi sono presenti delle piccole torri, che hanno attribuito alla villa l'appellativo di castello.

Nell'ampio cortile si trova un pozzo e una chiesetta edificata nel 1544 da Ferdinando Gravina-Crujllas, così come si legge nella lapide posta all'ingresso.

Questo luogo ha segnato la storia del cinema essendo stato set cinematografico nel film "L'orgia" di Pier Paolo Pasolini e nel film "Il Padrino" di Francis Ford Coppola.

Inoltre è stato scelto da Franco Battiato per la produzione del video musicale "Shock in My Town".


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA