Gnuni Sicilia - Castello di Calatabiano
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
  • Castello di Calatabiano
Close Clicca sull'immagine
Lat: 37° 49' 42.28519" N - Long: 15° 13' 38.81189" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Incredibile ed unica è l'emozione che offre l'esperienza di una visita al Castello di Calatabiano, poiché questo luogo offre il passato, il presente ed il futuro di un monumento reso nuovamente vivo dalla tecnologia del ventunesimo secolo unita alle architetture araba e normanna ed ad un moderno design.

Già dall'autostrada Catania-Messina si può scorgere l'antica rocca con su il castello che ospita.

Fu costruito dagli arabi, che gli diedero il nome di Kalaat-al Bjan (castello di Biano) e successivamente rimaneggiato dai normanni.

Per la sua grande importanza militare svevi e aragonesi vi apportarono migliorie difensive.

Alla famiglia dei Cruyllas, cui appartenne, si deve l'ampliamento che portò la fortezza alle dimensioni attuali.

Di particolare interesse è il portale di ingresso, costituito da un arco a sesto acuto di pietra arenaria e pietra lavica.

Entrando ci si ritrova in un cortile sulla cui destra si trovano due cisterne con feritoie.

Delle mura di cinta rimane il perimetro completo con resti di merlature.

Uno degli ambienti più pregevoli ed eleganti del castello è il Salone Cruyllas, diviso simmetricamente da un arco in pietra lavica su cui si trova il blasone dei Cruyllas.

Ad ovest, troviamo una cappella con abside, al centro della quale vi è una feritoia.

In una zona più alta del maniero si arriva attraverso un portale decorato da conci lavici artisticamente lavorati.

Salendo una scaletta intagliata nella roccia si accede al mastio formato da un corpo centrale rettangolare delimitato alle estremità da due torrioni semicircolari; questa è la parte più antica del castello.

Nella parte centrale del Mastio vi è un'apertura che consentiva l'uscita d'emergenza sul pendio ripido del monte.

L'approvvigionamento idrico del maniero era affidato alla raccolta di acqua piovana nelle 6 cisterne sparse in tutta l'area interna.

Il castello è stato ristrutturato e divenuto una meta apprezzata dai turisti.

La ristrutturazione ha portato alla creazione di bar, pizzerie e sale per convegni edificate all'interno del castello in uno stile decisamente moderno ma rispettoso delle antiche vestigia.

Ancora oggi sono in atto progetti per il miglioramento e scavi archeologici che continuano a portare sempre nuovi reperti risalenti alle epoche precedenti.

A completamento del fascino di tutto il contesto è la meravigliosa vista della valle fluviale dell'Alcantara e del binomio Taormina-Naxos, ammirabili anche dal moderno ascensore installato per favorire l’ingresso dei visitatori.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA