Gnuni Sicilia - Castello di Mussomeli
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Castello di Mussomeli
Close Clicca sull'immagine
Lat: 37° 34' 39.02192" N - Long: 13° 46' 17.52227" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Il castello di Mussomeli si trova su una magnifica rupe ad un'altezza di circa 80 metri, ed è elemento importante e dominante del paesaggio che lo circonda.

Le sue parti più antiche sono di epoca sveva; deve il suo ampliamento a Manfredi III Chiaramonte che lo usò inizialmente solo per scopi militari ed in seguito per ospitare la corte.

Questo bellissimo castello è ricco di elementi decorativi; ha sei bifore, dei magnifici portali a sesto acuto e due torrioni.

Sui lati sud ed ovest è a picco mentre dei lati nord ed est è accessibile da una strada che si inerpica sulla scarpata.

Dopo aver attraversato un ponte levatoio, si giunge ad una prima cortina di mura merlate che conteneva gli alloggi per le truppe; superata questa attraverso una porta ad ogiva abbelita da due stemmi, si arriva ad una seconda cinta che fortifica il pianoro dove sorge il castello che presenta un'architettura goticheggiante.

Su uno spalto si trovano le scuderie, che avevano una capacità di circa cinquanta cavalli.

Un secondo portale, che si varca per raggiungere gli alloggi residenziali, è adornato da alcuni stemmi delle famiglie che possedettero il castello: i Castellar e i Del Campo.

A nord si trovano la cappella e gli alloggi militari, sullo spalto d'ingresso le mura merlate e attorno qualche sedile in pietra e una bifora-belvedere.

Ad una saletta triangolare con finestrella a feritoia è legata la leggenda delle tre sorelle di un castellano che dovendo partire per la guerra le fece murare vive; le tre sorelle vi sarebbero poi state ritrovate morte per fame al suo ritorno.

Un'altra leggenda narra che fra le stanze del Castello si aggira ancora oggi il fantasma di Guiscardo De La Portes, figlio di un ricco mercante spagnolo il quale, venuto in Sicilia nel XIV secolo in forza all'esercito dei reali di Spagna, morì ai piedi del Castello in circostanze tragiche e qui venne seppellito.

La sala del camino con volta a crociera è sorretta da quattro pilastri ottagonali, vi è poi un passaggio che porta ad una torre.

Da un portale si accede alla cappella con doppia volta a crociera, feritoie per la luce e tracce dell'altare.

Oltre alla cappella, assai rilevante è la cosiddetta "sala dei Baroni", anch'essa sita nel recinto interno.

Il maniero fu abitato da Federico il Semplice d'Aragona, da Guglielmo Raimondo Moncada, da Giovanni Castellar, da Giovanni Pietrapertusa, da Federico Ventimiglia, dalla famiglia Campo e da Cesare Lanza.

Dalla parte più alta del castello, nonostante la distanza, con il favore del meteo, si può addirittura ammirare anche l'incredibile maestosità del vulcano Etna.

Il Castello è aperto tutti i giorni eccetto il lunedì.

Orario estivo: 09:00-12:00 e 15:00-18:00.

Orario Invernale: 9:30-12:00.

Ingresso gratuito per bambini fino a 7 anni.

Fino a 20 anni 2,00 euro; da 21 a 65 anni 4,00 euro; oltre i 65 anni 2,00 euro.

Per contatti -Ufficio turistico del Comune 0934-961236; Biglietteria del castello: 0934-992009; email: ufftur.mussomeli@gmail.com


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA