Gnuni Sicilia - Castello di Spadafora
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

Si Trova: in provincia di Messina
Lat: 38° 13' 18.49264" N - Long: 15° 22' 28.72090" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Il castello di Spadafora rappresenta il più importante patrimonio artistico-culturale di Spadafora.

Fu costruito alla fine del cinquecento intorno ad una torre difensiva dalla famiglia Spadafora per il controllo costiero.

Probabilmente la torre fu ampliata o ricostruita agli inizi del '500 dall'architetto Camillo Camilliani.

Quattro imponenti speroni angolari a forma trapezoidale sono contornati da merlature, nei cui interspazi venivano piazzate le bocche dell'artiglieria.

Nelle estremità angolari di ciascun sperone si ergono le casematte, a protezione dei soldati di guardia.

Il fossato che lo circonda è ancora oggi contornato da un robusto muro di cinta.

Tra 1654 ed 1670 furono effettuati lavori di ristrutturazione che molto probabilmente cambiarono i caratteri architettonici del castello con l'inserimento di camere, porte e finestre, grate e balconi di ferro, e con il rifacimento dei bastioni.

Dal '700 è stato trasformato in residenza nobiliare.

Tutt'oggi è evidente che il Castello ha avuto in ultimo una destinazione d'uso più residenziale che difensiva; fonti ufficiali annotano che nel 1675 un gruppo di soldati francesi lo espugnarono in sole ventiquattro ore.

Tra la fine dell'ottocento e gli inizi del secolo scorso fu utilizzato come residenza privata dalla famiglia Samonà, discendenti della principessa Alessandra Spadafora Colonna.

Dopo la perdita del Castello da parte della famiglia Samonà, l'edificio venne abbandonato ed è stato per anni vittima dell'incuria delle amministrazioni che si sono succedute.

Attualmente è di proprietà della Regione.

E' tornato a nuova vita dopo i restauri della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Messina, ed è al centro di numerosi eventi culturali.

Per info tel: 090 36894435.

Orari d'ingresso: Tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00.

Domenica e festivi su prenotazione.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA