Gnuni Sicilia - Chiesa di Santa Maria degli Alemanni
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

Si Trova: a Messina
Lat: 38° 11' 18.18229" N - Long: 15° 33' 24.49526" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

La chiesa di Santa Maria degli Alemanni rappresenta la più alta espressione dell'arte Gotica nell'intera area del Mediterraneo; le volte a crociera ad ogiva, i costoloni profilati, le colonne sottili e slanciate ne fanno un complesso unico per la Sicilia che lascia stupefatti i visitatori.

Fu costruita intorno al 1220 da maestranze provenienti dal nord Europa per assicurare ai Cavalieri Teutonici, impegnati nelle crociate, un luogo di sosta e di rifornimento.

I Cavalieri si stabilirono qui fino al 1485 e si servirono dell'ospizio, allora attiguo alla chiesa, per accogliere i reduci dalla terra Santa e prestare loro cura.

Dell'ospedale antico rimane solo una piccola traccia consistente in un archetto ogivale e un frammento di muro nei pressi delle absidi della chiesa.

In questo ospedale, nel 1571, dopo la battaglia di Lepanto, vi trovò ricovero lo scrittore Miguel de Cervantes, autore qualche anno dopo della famosa opera Don Chisciotte della Mancia.

Già nel 1606 sia la chiesa che l'ospedale si trovavano in stato di abbandono.

Dopo aver subito i danni di diversi terremoti, e dopo esser stata anche colpita da un fulmine nel 1612, rimase indenne nel sisma del 1908, e da allora la chiesa si trova ad un livello più basso rispetto a quello stradale.

Nel 1911, per esigenze imposte dal nuovo Piano Regolatore, venne incredibilmente demolito il prospetto ovest e l'edificio venne accorciato in lunghezza.

Negli anni '50 ciò che ne restava fu ricomposto con armature in cemento armato.

Dopo gli interventi di restauro del 1994 il prospetto ovest venne ricostruito in vetro.

Dal 2001 la chiesa è riaperta alla pubblica fruizione ed al suo interno ospita varie iniziative culturali.

I suoi portali originali sono conservati nel Museo cittadino.

Da notare le tantissime iscrizioni sia in volgare che in latino.

La chiesa è aperta da lunedì a sabato dalle 9:30 alle 17:30.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA