Gnuni Sicilia - Ducea di Nelson
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

  • Ducea di Nelson
  • Ducea di Nelson
  • Ducea di Nelson
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: Nel territorio di Maniace, nei pressi di Bronte
Lat: 37° 51' 31.61742" N - Long: 14° 49' 8.205506" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

In un luogo ameno posto in prossimità della riva sinistra del torrente Saraceno, nel 1173, la regina Margherita di Navarra, sposa di Guglielmo I e madre di Guglielmo II, fondò un'abbazia benedettina che ebbe cinquecento anni di vita, fino al terremoto del Gennaio 1693, che ne abbatté molte parti e fece rovinare anche la grande torre di difesa adiacente l'abside della chiesa.

Solo allora i padri basiliani furono costretti ad abbandonare il monastero.

La chiesa, benché modificata e senza abside, è ancora un valido esempio di architettura normanna.

Conserva all'interno parti dell'originario soffitto ligneo.

Nel 1799 tutta la zona fu donata da Ferdinando III all'Ammiraglio Horatio Nelson, che ne divenne Duca in premio per gli aiuti prestati.

Tuttavia l'ammiraglio non ebbe mai il tempo né la fortuna di mettere piede nei possedimenti siciliani; i suoi eredi invece l'abitarono stabilmente fino a pochi decenni fa e gradualmente trasformarono l'antica abbazia in una sontuosa residenza signorile.

Oggi gli appartamenti sono adibiti a Museo.

La ducea comprende l'ala gentilizia, i resti dell'antica abbazia benedettina dedicata a Maria Santissima, la chiesetta di Santa Maria di Maniace ed un grande e lussureggiante parco.

Gli appartamenti conservano ancora i lussureggianti mobili dell'epoca, compreso un pianoforte tutt'ora ben funzionante e mantenuto in perfetto stato di accordatura.

Alla chiesa tardo-normanna di Santa Maria, a tre navate e che conserva l'icona bizantina della Vergine Odigitria, si accede tramite uno splendido portale.

All'esterno, al centro di un cortile quadrato vi è un pozzo in pietra lavica intorno al quale originariamente erano raccolti i piccoli laboratori, i magazzini, le stalle, il granaio.

All'esterno del complesso sono visibili i resti di due torrette facenti parte del sistema difensivo dell'abbazia.

Il parco si estende all'interno e all'esterno per circa quattro ettari.

Un'area adibita a giardino inglese è caratterizzata dalla presenza di piante secolari nostrane ed esotiche, da un verde prato inglese contornato da glicini, rose e fiori e piante varie.

I giardini sono stati ricreati con molta cura, con un labirinto formale e una vecchissima ed enorme magnolia che è l'orgoglio del luogo.

Il parco ospita un museo all'aperto di sculture in pietra lavica con opere di artisti di fama mondiale.

Nel parco sono anche visibili i resti di un borgo contadino denominato "Borgo Caracciolo" costruito dal 1941 al 1944 dallo stato italiano a ricordo del rivoluzionario napoletano i cui propositi erano stati vanificati proprio da Nelson.

Orari di apertura castello: estivo: 9:00 - 13:00 / 14:30 - 19:00 invernale: 9:00 - 13:00 / 14:30 - 17:00.

Per info tel 095 690018.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA