Gnuni Sicilia - Duomo di San Giorgio a Modica
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

  • Duomo di San Giorgio a Modica
  • Duomo di San Giorgio a Modica
  • Duomo di San Giorgio a Modica
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: a Modica
Lat: 36° 51' 51.14988" N - Long: 14° 45' 41.58253" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Il duomo di San Giorgio è considerato il monumento simbolo del Barocco siciliano; esso ne rappresenta l'architettura più scenografica e monumentale, ed è Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO.

L'attuale edificio è il risultato delle ricostruzioni avvenute tra il seicento ed il settecento in seguito ai disastrosi terremoti del 1542, 1613 e soprattutto del 1693.

Probabilmente in epoca medievale esisteva già un edificio, che fu distrutto nell'845 dagli arabi; era la chiesa di Santa Croce e si trovava più o meno dove adesso si trova la Cappella del Santissimo Sacramento.

I primi due ordini della meravigliosa facciata furono realizzati su un progetto attribuito a Rosario Gagliardi, uno dei più validi architetti del Settecento europeo.

Il terzo ordine fu realizzato da Francesco Paolo Làbisi, che riuscì mirabilmente a mantenere l'uniformità stilistica.

Le campane e l'orologio furono spostati nel terzo ordine, per cui la cella campanaria ed il relativo quadrante dell'orologio del secondo ordine sono rimaste ancora oggi vuote.

La chiesa è preceduta da una lunga e scenografica scalinata, a sua volta arricchita da un giardino pensile su più livelli che arricchisce ulteriormente la magnificenza della chiesa.

Nella controfacciata, l'arco d'ingresso è sormontato da uno stemma che riproduce l'armatura del normanno Ruggero d'Altavilla, in quanto si crede che la primitiva chiesa sia stata fatta costruire per suo volere.

La chiesa ha pianta a croce latina, con tre absidi, ed è provvista di cupola.

L'interno, ricchissimo di opere, è diviso in cinque navate.

Nella cappella di San Giorgio sono custodite le reliquie del santo e la statua che lo ritrae a cavallo.

Questa viene portata in processione durante la festa che si tiene il fine settimana successivo al 23 aprile.

Davanti all'altare maggiore, nel 1895, fu realizzata una meridiana solare.

L'altare fu realizzato in argento nel 1705 ed il coro ligneo è del 1630.

A coronamento di tutto, dietro l'altare sta un grandioso polittico di Bernardino Nigro realizzato nel 1566.

E' composto da dieci tavole riproducenti scene della Sacra Famiglia e della vita di Gesù.

In uno dei riquadri è raffigurato San Martino, e sotto la pancia del suo cavallo sono riportate la datazione e l'autore del polittico, purtroppo poco leggibili.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA