Gnuni Sicilia - Eloro
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

Si Trova: nei pressi della foce del Tellaro
Lat: 36° 50' 30.93374" N - Long: 15° 6' 23.61811" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Il sito archeologico dell'antica Eloro è ubicato su una collina prospiciente il mare Jonio, alla foce del fiume Tellaro.

Fu fondata da coloni corinzi di Siracusa nell'VIII secolo a.C., lungo la strada che da Siracusa arrivava a Kamarina e Gela, chiamata appunto "via Elorina".

Appartenne a Siracusa e fu in seguito conquistata dai romani.

La città rimase fiorente anche in epoca bizantina, ma venne quasi completamente distrutta con l'arrivo degli Arabi.

Era circondata da mura, ed era attraversata da un asse viario principale che correva in senso nord-sud; da questo si articolavano vie secondarie.

A sud-est, una torre medioevale ("Torre Stampace") del 1353 poggia sui resti di una fortezza citata da Plinio il Vecchio nel I secolo d.C.

Il santuario più importante si trovava all'esterno delle mura ed era costituito da diversi ambienti.

Dell'agorà restano visibili solo le cisterne.

Un santuario dedicato al dio Asclepio del IV secolo a.C., era costituito da un cortile circondato da portici; nei pressi sorgeva un piccolo edificio a forma di tempio in antis, destinato ad ospitare le offerte votive e datato alla seconda metà del IV secolo.

Verso sud, sulle pendici della collina, si trova un teatro greco, in parte scavato nella roccia e in parte costruito, risalente alla fine del IV - inizi del III secolo a.C.

A nord-ovest si trovava la Colonna Pizzuta, un monumento funerario, costituito da una colossale colonna in rocchi di pietra calcarea; Nei pressi si trova un ipogeo scavato nella roccia.

Le quattro necropoli cittadine erano situate sul terrazzo roccioso a nord dell'abitato.

Il sito è purtroppo chiuso al pubblico da diversi anni; alcuni resti sono visibili anche sulla spiaggia confinante.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA