Gnuni Sicilia - Grotta delle trabacche
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

  • Grotta delle trabacche
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: in contrada Buttino, nei pressi di Ragusa
Lat: 36° 54' 38.95123" N - Long: 14° 38' 49.66933" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

La Grotta delle Trabacche è un affascinante sito funerario paleocristiano datato al IV secolo; uno dei più importanti ipogei sepolcrali che ci siano in Sicilia.

Ha pianta quadrata, è preceduta da un vano d'ingresso rettangolare, misura circa 380 metri quadrati ed ha un'altezza di circa 2,80 metri.

All'interno caratterizzano la grotta due monumentali e raffinate tombe a baldacchino scavate nella roccia, che conservano false colonne collegate da piccoli archi sorretti da capitelli.

La particolare raffinatezza di queste tombe indica che in esse furono deposti dei personaggi illustri.

Oltre alle due tombe principali, lungo le pareti della grotta trovano posto varie altre cavità che ospitano altri sepolcri; altre tombe si trovavano anche sotto il livello del pavimento, ed oggi sono visibili.

La grotta prende luce da un'apertura al centro; l'acqua piovana che da questa entrava veniva deviata dalla pendenza del pavimento e finiva in un'apposita canaletta di scolo.

Pur trattandosi di un sito funerario è di tale bellezza che nell'ottocento il famoso pittore viaggiatore Jean Houel lo descrisse come "Uno dei più pittoreschi e spettacolari ipogei cimiteriali"; ne fece un'incisione e rese questo sito famoso nel mondo.

Recentemente la grotta è stata anche utilizzata come set cinematografico per la famosa serie televisiva "Il Commissario Montalbano" nell'episodio "Il cane di terracotta".

Per la visita al sito bisogna telefonare al Comune di Ragusa per farsi aprire il cancello di accesso.

A causa della mancanza di segnaletica non è immediato trovare la grotta: per raggiungerla, dopo aver lasciato l'auto al parcheggio, si percorre per una decina di minuti un sentiero tra due muri a secco (sono consigliati i pantaloni lunghi); si oltrepassa un primo cancello e si continua scendendo leggermente sulla sinistra, fino ad incontrare il cancello che chiude la grotta.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA