Gnuni Sicilia - Lo Spasimo
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Lo Spasimo
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: a Palermo
Lat: 38° 6' 51.41835" N - Long: 13° 22' 18.33153" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

La Chiesa di Santa Maria dello Spasimo è stata eretta dal 1509 al 1515 dai padri benedettini in eleganti forme tardo-gotiche, dietro finanziamento di Giacomo Basilicò, giureconsulto del tempo.

Assieme alla chiesa doveva essere costruito anche un monastero, ma quest'ultimo non poté essere completato a causa delle minacce dei pirati turchi.

Nel 1516 Basilicò commissionò a Raffaello Sanzio un dipinto per la chiesa, che raffigurasse l'"Andata al Calvario"; ne venne fuori un capolavoro di inestimabile valore universalmente conosciuto come "Spasimo di Sicilia".

Basilicò commissionò anche un altare marmoreo ad Antonello Gagini per una sistemazione adeguata del dipinto.

Anche quest'opera riuscì mirabile, e divenne unica opera insieme al dipinto.

Nel 1569 tutto il complesso dello Spasimo fu acquistato dal Senato di Palermo; nel 1661 il quadro venne ceduto a Filippo IV di Spagna e III di Sicilia, che lo portò in Spagna, per cui ancora oggi è possibile ammirarlo al Museo del Prado di Madrid.

L'altare fu smembrato e ricollocato da altre parti, fin quando, alla fine del secolo scorso, fu ritrovato smembrato in una cinquantina di pezzi e riportato allo spasimo, dove attende ancora la ricomposizione.

Dopo il trasferimento dei padri, tutto il complesso dello spasimo, mai portato a termine, fu utilizzato come teatro pubblico, come lazzaretto in occasione della peste del 1624, e come magazzino per cereali.

Il XVIII secolo vide il crollo della volta, che non venne mai più ricostruita.

Dal 1835 i locali dello Spasimo divennero un ricovero per i poveri e successivamente, nel 1855, ospedale.

Alla fine della seconda guerra mondiale la chiesa venne utilizzata come luogo di raccolta per le opere d'arte provenienti dalle varie strutture della città danneggiate dai bombardamenti, in seguito fu abbandonato fino ai restauri del 1988, che ne permisero l'apertura al pubblico nel 1995.

Ancora oggi accanto alla chiesa sono visibili le fortificazioni della metà del cinquecento, le modifiche del seicento, con la trasformazione del complesso monumentale in lazzaretto, e i corpi aggiunti alla fine dell'800, quando divenne Ospedale.

Rimasto lo scheletro della grande chiesa benedettina di un tempo, oggi lo Spasimo è uno dei luoghi più suggestivi di Palermo e di tutta la Sicilia, adibito a spazio culturale, teatro, sala da concerto e luogo di riunioni della città; inoltre i suoi locali ospitano una scuola d'Orchestra Jazz.

L'ingresso allo Spasimo è gratuito.

Per info tel: 091 740 88 62


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA