Gnuni Sicilia - Porta Garibaldi
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Porta Garibaldi
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: a Catania
Lat: 37° 29' 59.11932" N - Long: 15° 4' 26.14379" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

La Porta Garibaldi è un arco trionfale costruito nel 1768 per commemorare le nozze di Ferdinando I delle Due Sicilie con Maria Carolina d'Asburgo-Lorena; il suo nome in origine era infatti Porta Ferdinandea, ed è stato mutato in Porta Garibaldi in quanto da qui la guida dei mille sarebbe entrata in città.

I catanesi chiamano familiarmente questa porta "u futtinu", cioè "il fortino" in quanto in questa zona esisteva un piccolo forte costruito dopo l'eruzione lavica del 1669 che colpì la città su tutto il lato occidentale, annullandone le difese medievali.

Disegnata dagli importanti architetti Francesco Battaglia e Stefano Ittar, la caratteristica di Porta Garibaldi, che costituisce un grande elemento di arredo urbano, è la bicromia del rivestimento a strisce nere di pietra lavica alternate con strisce bianche di pietra calcarea.

Sulla porta, in posizione centrale vi è raffigurata una fenice, mitologico uccello che rinasce dalle proprie ceneri, così come recita un'iscrizione sulla porta: "Melior de Cinere Surgo", ottima allegoria riferita alla città di Catania.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA