Gnuni Sicilia - Randazzo
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

  • Randazzo
Close Clicca sull'immagine
Lat: 37° 52' 45.66553" N - Long: 14° 56' 59.49806" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Randazzo sorge a 765 m sul livello del mare, sull'ultimo ciglione lavico di una colata preistorica erosa dalle acque del fiume Alcantara, ed è il comune più vicino al cratere centrale dell'Etna (15 km circa).

La città attuale, di origine prettamente medioevale, acquistò importanza nei periodi svevo ed aragonese, ma nel suo territorio si sono incontrate le più disparate civiltà: greci, romani, bizantini, ebrei, arabi, normanni, aragonesi, che hanno lasciato tracce di alto valore documentario ed artistico.

Pare che Randazzo fosse abitata prima delle colonie greche.

Vi sono pure resti di agglomerati abitati della dominazione araba mentre al periodo normanno risale l'edificazione del presidio munito e della cinta muraria.

Randazzo divenne città demaniale della Val Demone e gli venne dato l'appellativo di "Plaena" da Federico II nel Parlamento di Messina dell'anno 1233.

La cittadina ha conservato quasi interamente il suo aspetto medievale, essendo stata sempre risparmiata dal vulcano; un occhio attento può scorgere bifore ed altri particolari architettonici prettamente medievali incastonati nei suoi palazzi.

Uno scorcio quasi poetico lo offre la "via degli archi", in cui si passeggia sotto delle romantiche arcate medievali.

Fra i monumenti di interesse artistico troviamo il Palazzo Reale, costruito sotto gli ultimi re normanni e in cui soggiornarono Giovanna Plantageneto, Costanza d'Altavilla, l'imperatore Enrico VI ed il loro figlio Federico II: lo Stupor Mundi.

Vi soggiornò anche tutta la corte aragonese con Giovanni e Federico III, ed anche Carlo V.

Da non perdere il Museo Archeologico "Paolo Vagliasindi", con collezioni tra le più importanti della Sicilia; il Museo Civico di Scienze Naturali, con una incredibile collezione ornitologica composta da circa 2250 esemplari ed una collezione naturalistica composta da fossili, minerali, rocce e conchiglie ritrovate in Sicilia.

Il Parco Polivalente Sciarone, polmone verde della città, si trova a poca distanza dal centro ed è immerso nel Parco dell'Etna; all'interno di questo è anche disponibile un'area attrezzata per pic nic con punti cottura, acqua potabile e servizi igienici.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA