Gnuni Sicilia - Ruderi di Gioiosa Guardia
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Scopri la Sicilia con Gnuni!
Ingrandisci la mappa interattiva, appariranno punti sempre più dettagliati!

Lat: 38° 9' 2.070547" N - Long: 14° 55' 50.43869" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Non è facile arrivare sul cocuzzolo del monte Meliuso, l'ultima parte della salita è particolarmente impervia, ma vale comunque la pena avventurarsi per visitare gli affascinanti resti di Gioiosa Guardia, detta anche Gioiosa Vecchia, circondati da uno dei panorami più belli della Sicilia.

Da qui la vista abbraccia un territorio immenso e grandioso che comprende le Madonie, l'isola di Ustica, le isole Eolie, la costa tirrenica della Sicilia, con Capo d'Orlando e Capo Milazzo, l'Aspromonte Calabrese, Capo Peloro e l'Etna.

Il paese sorse nel 1364 attorno al castello edificato da Vinciguerra d'Aragona, signore molto influente della Sicilia del XIV secolo, e grazie alla posizione fu un punto molto importante di osservazione e di vedetta, da cui il nome "Guardia".

La città crebbe grazie alla fiorente agricoltura ed allo spostamento delle popolazioni dalle coste verso l'interno per sfuggire alle frequenti incursioni dei pirati.

Fu popolata da circa tremila abitanti e fu cinta di mura.

Durante i suoi ultimi cinquant'anni fu colpita da quattro terremoti: quello del 1783 la rase al suolo; l'anno successivo una terribile carestia ed un'invasione di cavallette ridussero in ginocchio l'agricoltura; questi fattori, uniti al declino del commercio della seta, che fino ad allora aveva apportato un importante sostegno all'economia di Gioiosa Guardia, indussero i suoi abitanti ad abbandonare il paese.

Si stabilirono dunque a valle, essendo ormai passato il pericolo delle scorribande piratesche, e fondarono Gioiosa Marea.

Nell'arco di circa un ventennio il vecchio paese fu totalmente abbandonato e divenne un vero e proprio "paese fantasma".

Le ultime abitatrici del paese furono le suore di Sant'Anna, che lo abbandonarono nel 1801.

Di Gioiosa Guardia oggi non rimangono che ruderi in stato di abbandono, la cui solitudine promana comunque un misterioso fascino.

La strada principale è ancora leggibile, in direzione nord-sud si dipartiva dalla chiesa madre ed arrivava fino al forte, al culmine del'altura, oggi completamente scomparso, eccetto che per alcuni frammenti di mura.

Alcuni reperti dell'antica città di Gioiosa Guardia si possono ammirare nell'antiquarium di Gioiosa Marea.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA