Gnuni Sicilia - Sciacca
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Sciacca
Close Clicca sull'immagine
Lat: 37° 30' 44.39777" N - Long: 13° 5' 1.581573" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Città marinara, turistica e termale, ricca di monumenti e chiese, e nota anche per il suo storico carnevale e per la sua ceramica, Sciacca conserva molte opere d'interesse artistico.

Fu un avamposto selinuntino in direzione di Agrigento e le sue terme sono le più antiche di cui si ricordi un utilizzo salutare.

La città assunse importanza agricola e commerciale solo nel periodo della dominazione araba, quando sviluppò la sua urbanistica secondo i modelli della cultura islamica, le cui tracce si riconoscono tutt'ora nei vicoli ciechi e nei cortili soprattutto dei quartieri Rabato e Cadda.

Il Conte Ruggero vi fece costruire una prima cinta muraria e vi fondò il castello vecchio; in seguito, nel 1336, una nuova e più grande cinta di mura fu innalzata per volere di Federico II d'Aragona.

Il castello nuovo fu fondato nel 1380 da Guglielmo Peralta, uno dei quattro vicari del regno di Sicilia sotto la regina Maria.

Circa un secolo dopo fu costruito il sontuoso palazzo Steripinto, ancora esistente, ornato con bifore e con merlatura a coda di rondine.

I due castelli della città furono abitati dalle famiglie Perollo e Luna che, nel 1529, si resero protagoniste di una sanguinosa guerra, passata alla storia come il "caso di Sciacca".

Dopo la costruzione di una ulteriore cinta bastionata, nel 1550, la città assunse una forte impronta barocca, con un gran numero di chiese e pregevoli costruzioni civili.

In questo periodo la città diventa anche una delle capitali della ceramica artistica grazie alla particolare tecnica lavorativa delle sue botteghe, che tutt'oggi utilizzano le tradizionali sfumature dei colori del giallo, del verde e del blu cobalto.

Alla fine dell'800, a largo di Sciacca furono scoperti dei banchi coralliferi che furono subito sfruttati apportando molta ricchezza al paese.

Il corallo di Scacca diventò famoso in tutto il mondo per la sua unicità data dal colore e dalla particolare bellezza, il prezzo che si pagò per tutto questo però fu alto: già nei primi anni del '900 non vi era più traccia dei banchi corallini.

Poco lontano dal paese sono anche da visitare, tra l'altro, il "Castello Incantato", con sculture raffiguranti teste, dello scultore locale Filippo bentivegna, di cui alcune sue opere si conservano presso il Museo dell'Art Brut di Losanna.

Inoltre, sul Monte Cronio sono da vedere le Stufe naturali, con l'antiquarium che conserva le testimonianze rinvenute all'interno delle grotte di San Calogero risalenti al neolitico.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA