Gnuni Sicilia - Tempio della Concordia
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Tempio della Concordia
  • Tempio della Concordia
  • Tempio della Concordia
Close Clicca sull'immagine
Si Trova: ad Agrigento
Lat: 37° 17' 23.07097" N - Long: 13° 35' 32.12082" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

Il tempio della Concordia fu costruito, intorno al 430 a.C., su una piattaforma con quattro gradoni per ovviare all'irregolarità del terreno roccioso.

Occupa una superficie di 843,38 mq e si sviluppa in altezza per 13,481 m.

Si presenta, secondo la tipicità dello stile dorico, con sei colonne nei lati corti e tredici in quelli lunghi, tutte alte 6,75 m.

Le colonne si assottigliano nell'estremità superiore (accorgimento pensato per farle apparire più alte) tendono ad un rigonfiamento a circa 2/3 dell'altezza e, contemporaneamente, ad una leggera convessità verso il centro del lato frontale; ciò permette all'osservatore di rilevare un'immaggine di esse perfettamente diritta.

Al suo interno si trovavano tre vani: un'anticamera a due colonne, la cella in cui era collocata la statua della divinità ed un vano per la custodia del tesoro.

Scale, pareti e colonne erano in origine dipinte di bianco.

Dalle grondaie sporgevano teste di leone.

Si sono ben conservate le scale usate dai greci per accedere al tetto di marmo ed eseguirne le opere di manutenzione; ma è tutta la struttura del tempio che si è conservata molto bene tanto da poterlo paragonare al Partenone d’Atene; ciò si deve alla sua trasformazione in basilica cristiana avvenuta nel VI secolo d.C.

Per raggiungere tale scopo la struttura del tempio subì una trasformazione: vennero eliminati gli spazi tra le colonne ricoprendoli con muri di pietre, furono ricavate tre tipiche navate; ad est venne posizionata la sacrestia e venne infine distrutto l'altare dell'epoca classica.

Fino al 1788 furono celebrate messe, successivamente si cercò di restituire al tempio la sua forma originaria, ma ciò non fu del tutto possible.

Il suo nome è dovuto ad una iscrizione latina trovata nei pressi del tempio ma che in realtà non aveva alcuna relazione con esso, essendo piuttosto dedicata alla Concordia degli agrigentini.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA