Gnuni Sicilia - Tyndaris
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA. VISITARE
SCOPRI LA SICILIA
Segnala il tuo punto Gnuni!
Inserisci il tuo luogo del cuore tra i punti Gnuni: invia una segnalazione dalla pagina "contatti"

  • Tyndaris
  • Tyndaris
  • Tyndaris
  • Tyndaris
  • Tyndaris
Close Clicca sull'immagine
Lat: 38° 8' 37.78923" N - Long: 15° 2' 35.51555" E

Aggiungi ai miei itinerari
Aggiungi alla lista Punti che vorrei visitare

La città greca "Tyndaris" fu fondata, nel 396 a.C., da Dionigi di Siracusa.

Conquistata da Ottaviano nel 36 a.C., divenne una delle più fiorenti città della Sicilia durante l'età imperiale.

La bellezza di Tindari sopravvive ancora oggi nei suoi resti: la Tindari romana si articolava su tre strade principali che si incrociavano ad angolo retto e a distanze regolari con le strade secondarie in pendenza; al di sotto di queste correva il sistema fognario della città.

Sulle strade si affacciavano botteghe e magazzini, case ed un'abitazione di famiglia agiata, decorata con mosaici pavimentali ed annesso un piccolo complesso termale.

Sui pavimenti dei locali delle terme, pregevoli marmi decorano gli spogliatoi.

Quella che doveva essere la strada principale della città costeggia ad una estremità il teatro, e all'altra estremità sfocia nell'agorà, oltre la quale, nella zona più elevata, occupata oggi dal Santuario della Madonna Nera, doveva trovarsi l'acropoli.

La cinta muraria si sviluppava per circa 3 km e conserva un tratto della scala che portava alla sommità delle mura.

La porta principale, sul lato sud-occidentale, era fiancheggiata da due torri.

La vicina Basilica, grande sala di riunione di uso tipicamente romano, risale all'età tardo – imperiale romana ed era coperta da imponenti volte a botte.

Il teatro venne costruito in forme greche alla fine del IV secolo a.C., con cavea di originaria impostazione greca, rivolta verso il mare Tirreno e le Isole Eolie.

Nella collina furono scavate le gradinate dei sedili della cavea, che doveva raggiungere una capienza di circa 3000 posti.

In età romana vi si aggiunse un portico e la ricostruzione della scena; l'orchestra venne trasformata in un'arena.

Il piccolo museo conserva preziosi corredi funerari rinvenuti durante gli scavi nelle necropoli greche e romane.


Torna su Torna su
Stampa pdf
   
Gnuni - La Sicilia della porta accanto
CON GNUNI SCOPRI LA SICILIA! ORGANIZZA LA TUA VACANZA, LA TUA GITA, LA TUA PASSEGGIATA IN SICILIA. SCOPRI LA SICILIA CHE NON CONOSCI. GNUNI E' UNA GUIDA PER IL TURISTA IN SICILIA. GNUNI PER CONOSCERE ED AMARE OGNI ANGOLO DELLA SICILIA.
GNUNI E' DEDICATO A MONICA, L'AMORE DELLA MIA VITA